Burundi – Villaggio Avvenire Bambini

Il Villaggio Avvenire Bambini, si sovrappone anche fisicamente al PAI  (Progetto Agricolo Integrato), in quanto nel terreno dell’associazione, circa 2,5 ha, sono state costruite nel corso del 2012 (grazie al finanziamento resoci disponibile da PROSOLIDAR):

  • quattro abitazioni
  • un magazzino con ufficio
  • delle strutture per l’allevamento .

Attualmente le quattro abitazioni sono state affidate in uso a donne sole con figli in  difficoltà (vedove e/o ragazze madri) a cui nel limite del possibile sono stati abbinati altri orfani; il magazzino serve per lo stoccaggio e/o conservazione di derrate, sementi e prodotti agricoli prodotti nel terreno circostante come previsto dal PAI che sono resi disponibili secondo necessità. Anche gli allevamenti servono per la produzione di prodotti da consumarsi direttamente tra le famiglie presenti e/o di animali vivi da distribuirsi ad altre famiglie del circondato.

Inoltre sono state costruite altre 2 abitazioni più a valle verso la male’ (zona paludosa in cui viene coltivato il riso) ai cui tetti sono state applicati i pannelli fotovoltaici necessari per alimentare una pompa per attingere acqua da un pozzo già scavato in precedenza, con l’intenzione di ricavare acqua per effettuare irrigazioni di soccorso e anche acqua potabile, almeno per gli abitanti del nostro villaggio. Gli abitanti della zona infatti, utilizzano a scopo potabile l’acqua torbida della palude, semplicemente aspettando che decanti fisicamente per 2 giorni prima di berla.

Per il futuro: ad integrazione nelle altre abitazioni (già costruite ed abitate) verrà in futuro creato un sistema di recupero e potabilizzazione delle acque piovane. Nell’ottica di rendere il villaggio autonomo e in grado pure di svolgere un’azione di sostegno alle famiglie della zona (collina), abbiamo pensato in futuro di impiantare e organizzare dei molini per le produzioni di farina di mais, sorgo e manioca, e un decorticatore del riso, di cui potrebbero usufruire come servizio tutti gli agricoltori del circondato.